Art 83 legge regionale 12 maggio 2010

Art 83 legge regionale 12 maggio 2010

Art. 83. Mercati contadini

  1. La Regione promuove, nel territorio siciliano, l’istituzione dei mercati contadini, allo scopo di perseguire i seguenti obiettivi:
  2. a) promuovere l’incontro tra il mondo della produzione ed il mondo del consumo;
  3. b) promuovere il coinvolgimento ed il partenariato tra ente pubblico e gli operatori privati;
  4. c) creare opportunità per le piccole produzioni locali di qualità.

 

  1. Possono esercitare la vendita diretta gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile, ivi comprese le cooperative di imprenditori agricoli ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228, regolarmente iscritti nel registro delle imprese di cui all’articolo 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580.

 

  1. I mercati contadini possono essere organizzati e promossi dai seguenti enti:
  2. a) comuni;
  3. b) unioni di comuni;
  4. c) province regionali;
  5. d) consorzi di imprese agricole.

 

  1. Per le finalità del presente articolo, gli enti promotori operano preferibilmente in partenariato con le organizzazioni agricole o con le cooperative legate al mondo agricolo.

 

  1. I soggetti promotori di cui al comma 3, esercitano le funzioni a loro delegate dalle normative di settore, specificatamente nelle seguenti materie:
  2. a) controllo del rispetto delle norme igienico-sanitarie;
  3. b) individuazione delle aree ove ubicare i mercati agricoli;
  4. c) rispetto delle norme sulla provenienza dei prodotti e sull’etichettatura;
  5. d) calendarizzazione settimanale dei mercati;
  6. e) fornitura dei servizi necessari;
  7. f) ordine pubblico.

 

  1. L’attività di vendita è consentita solo ad imprenditori accreditati e che esercitino la propria attività produttiva nell’ambito del territorio siciliano.